Alta Moda A Roma

Scintillano le passarelle della capitale con la nuova edizione di Alta Roma.

È iniziata domenica 25 gennaio la grande maratona dedicata all’Alta Moda romana. Ad aprire ufficialmente le collezioni primavera/estate 2004 è stato Gattinoni che ha regalato un sentito omaggio all’alta moda italiana. In una splendida ed emozionante passerella ideata nello storico Piper di Roma, hanno sfilato le creazioni di Guillermo Mariotto, dedicate alle grandi maison dell’Alta Moda italiana ovvero a Shubert, Forquet, Pucci, Veneziani, Capucci, Simonetta, Fabiani, Mila Shon, Galitzine, Lancetti, Valentino, Antonelli e Gattinoni, in ricordo di Madame Fernanda, fondatrice della maison romana scomparsa lo scorso anno.

Apre invece le sfilate nella sede dell’Auditorium Parco della Musica in Roma lo stilista italo-libanese Tony Ward con una collezione interamente ispirata all’Eden. Le nouances hanno tonalità sfumate ma anche toni intensi e decisi. Trionfa il bianco, che per lo stilista è il colore-simbolo della strada verso il Paradiso; l’estate regala il suo giallo girasole, il rosso intenso dei suoi tramonti.

Lo stilista israeliano Yossi Cohen, ha debuttato all’Auditorium con una performance dedicata alla fiaba “Il principe ranocchio”, simbolo della metamorfosi. Una giovane fanciulla, alla fine di una regale vestizione, bacia una rana, simbolo del cambiamento. Yossi Cohen, di tradizioni yemenite, è un artista a “tutto tondo”, scultore pittore, ed interprete di identità: è un progettista d’abiti.

Giallo, rosso, blu, verde, bianco e nero, ovvero i colori assoluti, sono i protagonisti delle emozioni di seta di Susanna Liso per la sua collezione primavera-estate 2004. La performance artistica, ispirata alla Bauhaus, ha avuto come modella d’eccezione l’attrice Valentina Cervi, assieme a dodici modelle-attrici che si muovevano come sul set di un film d’avanguardia.

Moda come visione di uno stile che privilegia la classe piuttosto che il trend.

La donna del sarto napoletano Sarli per la prossima estate è rigorosa in abiti aderenti dalle scollature lineari: una femminilità sobria e seducente.

Ispirati al Festival della letteratura di Mantova, gli esercizi di stile in carta di Origami moda, collettiva di stilisti selezionati da Antonio Falanga, e presentata oggi al Tempio di Adriano in apertura della terza giornata di sfilate a Roma, interpretano la natura secondo differenti emozioni.

Secondo appuntamento sulle passerelle romane con Bianca Maria Gervasio, spumeggiante giovane stilista pugliese. Una sfilata di effetto e a tratti scioccante ispirata alle compenetrazioni, le modelle hanno sfilato con un body-maquillage, una membrana residuo dell’utero materno le ricopriva da capo a piedi.

Grande ospite di AltaRoma 2004, la stilista Mariella Burani che ha presentato una collezione interamente dedicata al cinema. Grazie ad un corpo di ballo diretto dal coreografo Felix, la stilista ha fatto rivivere gli splendidi momenti di alcuni film come Riso Amaro, La Strada, Roma città aperta mentre le modelle sfilavano con le nuove creazioni. La stilista originaria di Cavriago è stata inoltre insignita dal Comune di Roma di un premio per i suoi 25 anni di significativa carriera nel mondo dello stilismo italiano.

Author: Letizia Bonvicino

Share This Post On