Zingare Di Primavera

La moda di primavera si rivolge a tutte le donne che si sentono l’animo gitano e un po’ naif

Donne in viaggio, senza meta e senza radici. A loro si rivolge la moda per la primavera-estate 2004. A loro e tutte coloro che si sentono l’animo gitano e un po’ naif. Le zingare di primavera indossano scarpe rasoterra che coprano il piede il meno possibile. Odiano le mini e al contrario non disdegnano gonnellone al polpaccio o al ginocchio, ampie, ricche di ruches e strati di tessuto. Coprono il collo con stole e sciarpone che quasi strisciano in terra e indossano maglie a rete o trasparenti, che scoprano la pancia e che cadano morbide sul corpo, magari denudando una spalla con finta nonchalance.

Massima esponente del nuovo trend zingaresco Mariella Burani che ha dedicato gran parte delle sue collezioni a donne che amano stare comode e fresche con abiti lunghissimi con larghe e morbide gonne in chiffon a stampa microfiorita o con completi pantalone finto stropicciato.

Seguace delle tendenza è anche Alexander McQueen, che in passerella ha presentato un abito patchwork realizzato da piccoli ritagli di tessuto colorato con gonna a ruota sotto il ginocchio.

Gonna ampia anche per Emilio Pucci che propone una soluzione rigida in vita che poi diventa scampanata grazie anche a due strati di volant. Il tutto nel colore più allegro dell’estate, arancio e con stampe etniche.

Gipsy chic la gonna in cotone morbidissimo con micro fiorellini di Cacharel.

Zingare anche in pantaloni, ma che siano larghi, eccessivamente lunghi e oversize, magari con risvolto come quelli ecrù di Max Mara o come quelli a righe verticali rosa da portare sotto l’ampia gonna rossa a pois bianchi firmata Issey Miyake. Perfetti anche i pantaloni alla pescatora stretti sotto il ginocchio come la proposta moderna di Extè: jeans multitasca con numerose zip.

Sul busto, maglie ampie e leggermente trasparenti come quella in chiffon di Romeo Gigli, trasparente con stampe tropicali o quella firmata Just Cavalli, che si allaccia con due fibbie sopra l’ombelico e ha ampie maniche corte effetto imbottito.

Perfetta anche la soluzione proposta da Prada: camicia di taglio maschile marrone con micro motivi celesti, con maniche arrotolate e gonna stile provenzale, al polpaccio, rossa e blu elettrico.

Ma le zingare moderne non disdegnano nemmeno gli abiti da sera, come quello firmato Jean-Paul Gaultier, con strati e strati di tulle color carne e imbracatura fetish in raso tono su tono.

E gli accessori? Eccentrici, colorati e decisamente naif.

Perfette tutte le sacche e le borse maxy, informi o la borsa a trapezio dalle mille righe a zig zag colorate di Gianfranco Ferrè.

Divertenti e scanzonati anche i gioielli come la collana in piume o di rose di Miu Miu o il bracciale con margherita di Mariella Burani. E ai piedi, sandali nude look rasoterra con lacci alla schiava di Alberta Ferretti.

Author: Letizia Bonvicino

Share This Post On