Indossa La Passione

San Valentino è alle porte. Quale tinta migliore, per la festa degli innamorati, del rosso? Il colore del sangue, del cuore, della passione più indomabile. Il colore della moda più seducente, dei capi e degli accessori per chi davvero non vuole passare inosservata.

La passione accende i cuori e furoreggia negli armadi.

Soprattutto in questo San Valentino 2004 che promette di essere davvero accesso e pieno d’amore.

Quale tinta migliore quindi, per la festa degli innamorati, del rosso? Il colore del sangue, del cuore, della passione più indomabile. Il colore della moda più seducente, dei capi e degli accessori per chi davvero non vuole passare inosservata.

Perfetto per farsi notare il mini abitino in maglia scarlatta di Louis Vuitton, abbinato a lunghi guanti, cintura in vernice e calzettoni sulle decolleté, tutto nella tinta del tramonto. Maglia rossa in primo piano anche per Romeo Gigli: il suo pull ha maniche al gomito e apertura laterale. Per notti in discoteca ecco il bustier con zip di Versace. Julie Verhoeven ha scelto differenti toni di rosso per il completo composto da camicia, maglia con strategiche aperture sul seno e pantaloni, tutto firmato Gibo.

Ideale contro il freddo l’abbinamento rosso fuoco di Philosophy by Alberta Ferretti: piumino corto e berretto in lana lavorata a ferri grandi, come facevano le nostre nonne.

Più elegante il cappotto al polpaccio con motivi arabeggianti firmato Etro.

Ma è soprattutto la sera che il colore vermiglio divampa in tutto il suo potere seduttivo. Chiedetelo a Valentino, re del famosissimo e imitatissimo rosso. Il suo abito da sera più spettacolare per l’inverno 2003/04 ha corpetto in piume, nastro intorno alla vita e lunga gonna a pieghe in seta.

Notte choc anche per chi sceglie l’abito rosso sirena di Tom Ford per Gucci: coprispalle annodato al collo e bustier strettissimo.

Trasparenze audaci, quelle portate in passerella da Rocco Barocco. La sua signora in rosso è rivestita da strati di pizzo, con maniche e collo di pelliccia e incroci di nastrini sull’ombelico.

Millerighe rosse con qualche dettaglio nero e grigio sull’abito morbido con ampio scollo a V’ di Missoni. Avrebbe sicuramente fatto impazzire la vanitosa Paolina Bonaparte l’abito rosso stile impero con micro bretelline dorate che si legano dietro il collo: una creazione che Miuccia Prada ha realizzato per Miu Miu.

Irriverente e scanzonato, come di consueto, John Galliano ha vestito in seta rossa la sua cocotte del nuovo millennio, con gonna multi sbuffo e cappellino appena calato sul viso.

Il rosso furoreggia anche negli accessori. Nelle scarpe in vernice con lacci alla schiava neri di Casadei, negli stivali sportivi con suola carroarmato e ganci laterali di Dolce & Gabbana, nella borsa borchiata di Christian Dior, nella morbida sacca capiente a mezzaluna di Fay e nelle decolleté in camoscio con tacco alto e divertenti micro dischi in gomma sul lato firmate Tod’s.

Author: Letizia Bonvicino

Share This Post On